GardaColline - GardaHills

Il sito web ufficiale per il turismo e i viaggi sulle Colline Moreniche del Lago di Garda.

Agriturismi, Alberghi, Bed & Breakfast, Ristoranti, Artigianato, Benessere, Vini e prodotti tipici delle colline moreniche vicino al Lago di Garda tra Brescia, Verona e Mantova


Newsletter

Iscriviti alla newsletter di GardaColline
Sei in: Home > News > Italia in rosa, un successo nel segno del Chiaretto e dei vini rosati

09/06/2010

Italia in rosa, un successo nel segno del Chiaretto e dei vini rosati

Una giornata di vero anticipo d’estate, con il sole che rendeva ancora più “mediterraneo” il lago di Garda, un battello che faceva la spola fra la riva lombarda e quella veneta, due sedi espositive prestigiose come il parco di Villa Bertanzi a Moniga del Garda e la Dogana Veneta col suo lungolago a Lazise, quasi 130 Chiaretti del lago di Garda (nelle doc del Bardolino Chiaretto e del Garda Classico Chiaretto) in degustazione e, insieme, quasi 200 altri vini rosati di ogni regione d’Italia, più di 4 mila bottiglie stappate da un piccolo esercito di 40 sommelier delle delegazioni Ais della Lombardia e del Veneto, oltre 50 mila assaggi: sono alcuni degli ingredienti che sabato 5 e domenica 6 giugno hanno caratterizzato la terza edizione di Italia in Rosa, il più grande evento dedicati ai rosé nazionali. Il tutto fruito da alcune migliaia di autentici appassionati del vino “in rosa”: italiani, tedeschi ed austriaci soprattutto, interessatissimi a conoscere ed approfondire una tipologia enologica di grande tendenza e di considerevole successo. Insieme a loro, più di 50 giornalisti italiani ed esteri.

La novità, e nel contempo la grande scommessa messa in campo quest’anno dal pool di organizzatori - i Comuni di Moniga del Garda e Lazise e i consorzi di tutela del Bardolino e del Garda Classico - era proprio quella della doppia location: accanto alla ormai consueta “casa madre” di Moniga, dove nell’Ottocento il senatore Pompeo Molmenti ideò la “formula” del Chiaretto, questa volta una sezione della manifestazione è approdata sulla riva veneta del lago di Garda, a Lazise, presso quel porticciolo dal quale il Molmenti prendeva l’imbarcazione con cui si spostava nella tenuta bresciana della moglie. Un viaggio che quasi mille persone hanno ripetuto in questo ultimo week end a bordo della motonave Mantova, in servizio continuo fra gli approdi di Moniga e Lazise per consentire di godere pienamente di una giornata di lago all’insegna dei vini dal colore rosa.

“È con vero piacere che abbiamo abbracciato l’idea di estendere alla riva veneta Italia in Rosa: il Garda è stato davvero unito nel nome del Chiaretto” dice il sindaco di Moniga, Lorella Lavo. “Le produzioni agroalimentari di pregio, come il vino, sono un prezioso volano del turismo dell’intera area del Garda” le fa eco il sindaco di Lazise, Renzo Franceschini. “Dopo la battaglia in difesa dei rosati della tradizione e la promozione comune negli eventi milanesi e gardesani dell’ultimo anno, la collaborazione fra i produttori bresciani e veronesi di Chiaretto ha segnato un altro importante punto a favore” annota il presidente del Consorzio Garda Classico, Sante Bonomo. “L’impegno organizzativo è stato indubbiamente considerevole, ma credo che abbiamo offerto una splendida vetrina ai nostri Chiaretti ed agli altri vini rosati tradizionali italiani, e la riposta del pubblico è stata davvero significativa, anche in termini di qualità” ribadisce il presidente del Consorzio di tutela del Bardolino, Giorgio Tommasi.

Il Consorzio GardaColline concorda pienamente con quanto espresso dai Sindaci e dal Presidente del Consorzio GardaClassico ritenendo, fin dalla sua nascita, l’assoluta necessità di una promozione unitaria del Lago di Garda e del suo entroterra, senza barriere amministrative che nulla hanno a che vedere con il turismo.

Insieme al vino, tanta cucina all’insegna del Garda: a Moniga è stato lo stesso sindaco a cucinare un migliaio di risotti al Chiaretto, proposti insieme a salumi e formaggi bresciani e ad un ghiotto gelato al Chiaretto. A Lazise erano di scena piatti assolutamente locali come il risotto con la tinca e il luccio in salsa proposti da Stefano Tosi del ristorante Doana e gli straccetti di carne con il formaggio Monte Veronese dop dell’associazione Piatto d’Oro, composta da alcune fra le migliori macellerie della provincia di Verona.

pagine/495_ItaliainRosa6.jpg
pagine/495_ItaliainRosa4.jpg
pagine/495_ItaliainRosa3.jpg
pagine/495_ItaliainRosa2.jpg
pagine/495_ItaliainRosa1.jpg
pagine/495_ItaliainRosa5.jpg
pagine/495_ItaliainRosa7.jpg
pagine/495_ItaliainRosa9.jpg
pagine/495_ItaliainRosa8.jpg
 

Contatti

Consorzio GardaColline-GardaHills

Sedi operative

Strada Davini, 5
46040 Monzambano (MN)
Tel. +39 0376 809389

Via San Escrivā de Balaguer, 3
25015 Desenzano del Garda (BS)
Tel. +39 030 9916206

Sede legale

Piazza San Martino 10
25010 Pozzolengo (BS)

Codice fiscale e Partita IVA:
02761770987

E-mail info@gardacolline.it

Week end Colline del Garda - Agriturismi Lago di Garda - B&B Lago di Garda - Soggiorno Lago di Garda - Enogastronomia Garda - Prodotti Tipici del Garda - Vacanze Famiglia Lago di Garda

Website by IDEA Web Agency